Archivio per la categoria ‘CASI RISOLTI’

TIMBRO---CASO-RISOLTO-okGiuseppe abita a Lipari; dopo una trasfusione di sangue avvenuta nel ’79 all’ospedale Fatebenefratelli di Milano, contrae l’epatite!
Dopo la denuncia e il processo, Giuseppe vince la causa. La sentenza di prima grado, non appellata, contro il Ministero della Salute, stabilisce che Giuseppe deve avere un risarcimento di 150.000 euro ed un contributo di 700 euro mensili.

Fino ad oggi non ha percepito 1 euro ma dopo l’intervento del Difensore Civico, il Ministero risponde che stanno predisponendo un piano di pagamenti per 9.000 persone nelle sue stesse condizioni. Dopo la liquidazione dell’indennizzo si potrà provvedere anche al pagamento del benefit mensile.

TIMBRO---CASO-RISOLTO-okDopo un incidente Angela rimane invalida al 100%. L’auto è l’unico mezzo per potersi muovere ma, con i lavori che la A2A sta facendo dove lei abita, sono stati tolti tutti i parcheggi in Piazza Negrelli.

.

Il Difensore Civico è tornato a valutare quello che il Comune di Milano ha fatto da novembre ad oggi visto che nel secondo incontro con la Commissione Disabilità si era parlato di un solo posto auto per disabili! Finalmente la situazione si è sbloccata: due parcheggi per invalidi sono stati predisposti proprio sotto l’abitazione di Angela e anche se nessuno dei due è esclusivo per lei, almeno potrà avere molte più chance di parcheggiare ed alti due sono stati creati nella via dietro casa. Ma il Difensore Civico non schioda e continuerà a seguire questo caso per capire se Angela avrà un vero beneficio.

Lorenzo Marchese, titolare di una lavanderia a Tolmezzo TIMBRO---CASO-RISOLTO-ok(Udine), si è visto recapitare due bollette di energia, per lo stesso periodo, da due fornitori diversi. Ha verificato e sollecitato il gestore in errore ma….niente! Intanto le agenzie di recupero crediti hanno iniziato a tartassare Lorenzo con telefonate e richieste di pagamento. C’è voluto l’intervento del Difensore Civico, Emanuela Carcano, per risolvere la situazione in tempi record.

CASO RISOLTO 
IL DIFENSORE CIVICO NON MOLLA MAI!!


TIMBRO---CASO-RISOLTO-okLa signora Anna è proprietaria di una quota di un immobile a Verbania affittato dal Ministero dell’Interno e adibito ad uffici e laboratori della Polizia. Il canone di locazione non viene pagato da due anni ed è già stato emesso lo sfratto. Il Ministero dell’Interno non paga l’affitto ma la Signora deve pagare le tasse!!

Dopo l’intervento del Difensore Civico che ha incontrato il Prefetto di Verbania, la svolta! La prossima settimana verrà effettuato l’ordine di pagamento per il canone del 2012 ed entro aprile sarà saldato il 2013.

13-12-2013 – ADOTTA UN VERO AMICO

Pubblicato: 13 dicembre 2013 in CASI RISOLTI

TIMBRO---CASO-RISOLTO-okIl Difensore Civico è a Segrate alla “Lega del cane” per lanciare un appello a favore dell’adozione dei cani che si trovano nei canili.

.

12-12-2013 – PARCHEGGIO PER DISABILE

Pubblicato: 12 dicembre 2013 in CASI RISOLTI

TIMBRO---CASO-RISOLTO-okAngela abita a Milano; da circa 10 anni può fare solo pochi passi aiutandosi con le stampelle. Un pirata della strada l’ha investita mentre si trovava sul marciapiede; l’esito dell’incidente l’ha resa invalida al 100%! L’unico mezzo che le permette di muoversi è l’automobile ma i lavori stradali nella piazza sotto casa hanno cancellato i parcheggi esistenti.

Il Comune di Milano non ha ancora provveduto a ripristinare almeno i posti auto dedicati ai disabili e finora le ha anche negato un parcheggio dedicato vicino a casa. In questo modo è impossibile per Angela uscire, prendere l’auto, fare le proprie commissioni e riporre l’auto; il garage è distante da casa e non agibile per lei.

TIMBRO---CASO-RISOLTO-okLa storia di “Stefania” di Roma ha del paradossale e dell’incredibile! Una trasfusione di sangue  nel 1989 l’ha infettata e ha contratto   l’epatite C,  malattia che ancora oggi la tiene imprigionata in una condizione di sofferenza e di impotenza.
Un calvario che dura da trent’anni e che nessuno ha mai risarcito.


TIMBRO---CASO-RISOLTO-okCaso risolto per Michele malato di SLA:
i contributi per aiutare 
lui e il compagno Gabriele, che lo accudisce, sono stati riconfermati, dopo che erano stati dimezzati in denaro e in servizi.
.

il caso e’ risolto!!

IL DIFENSORE CIVICO NON MOLLA MAI!

emanuela carcanoTIMBRO---CASO-RISOLTO-ok

Questa è la storia di Michele, malato di SLA, che si è visto dimezzare  il contributo per le cure dall’ ASL di Monza. Gabriele ha lasciato il lavoro per poter assistere il compagno e combattere contro le istituzioni per far valere il loro diritto

emanuela carcanoTIMBRO---CASO-RISOLTO-ok

Dopo un incidente la signora Angela di Milano rimane invalida al 100%. L’auto è l’unico mezzo per potersi muovere ma non le viene riconosciuto un parcheggio per disabili vicino a casa.